INTRODUZIONE ALLA PODOLOGIA

Chiusi dentro scarpe troppo strette, coperti, trascurati, colpevolmente ignorati: difficilmente i piedi sono al centro dell’attenzione, quando si tratta di cure mediche. Eppure sono fondamentali per la nostra salute. L’importanza della cura corretta dei piedi è riconosciuta sia dalla medicina occidentale sia da quella orientale; lo si chieda al riflessologo che si ispira alla tradizione cinese, o al posturologo laureato in una facoltà di medicina europea, tutti diranno che, dalla salute dei piedi, deriva la salute di tutto il corpo.

La podologia La podologia è una branca della medicina che si occupa delle malattie e dei disturbi che riguardano i piedi. In genere, in un qualsiasi studio medico o dipartimento ospedaliero che si occupa di podologia, le prestazioni offerte più frequentemente riguardano il trattamento delle unghie incarnite, la rieducazione ungueale, la ricostruzione totale o parziale delle unghie, il trattamento delle verruche e delle micosi ungueali, il trattamento di calli e di ipercheratosi plantari, la prevenzione e cura del piede diabetico, doloroso e artrosico, del piede piatto infantile e le ortesi.
Il podologo
Si tratta di una figura professionale riconosciuta e regolata dall’articolo 2 della legge 251 del 10 agosto 2000. Può essere un libero professionista, così come può operare come dipendente di strutture pubbliche e private. È un laureato in podologia (classe delle lauree della riabilitazione) che si occupa sia di prevenzione sia di terapia delle patologie podaliche. Oltre ad occuparsi di verruche, micosi, ipercheratosi e tutte le malattie che possono affliggere i piedi, il podologo interviene anche in sinergia con altri medici, in caso di disturbi diabetici, reumatici, arteriopatici, neuropatici e di altro tipo, e può utilizzare ortesi.
Il podologo dello sport
Un’intensa attività sportiva influisce sullo stato di salute di articolazioni, ossa, muscoli e derma con effetti che incidono molto di più, ovviamente, rispetto a quelli che possono essere provocati su questi apparati da una vita sedentaria. La medicina dello sport in generale si occupa di prevenire e intervenire su patologie che possono essere causate dall’attività sportiva. Fra gli specialisti che si occupano di questo particolare settore c’è anche il podologo dello sport. La scuola di specializzazione in podologia dello sport si trova presso l’università di Parigi Bobigny. Studiando una determinata attività sportiva, i movimenti che porta a compiere e l’influenza che ha sulle parti del corpo interessate, è possibile realizzare ortesi plantari preventive, e questo è fondamentale per la salute dell’atleta. Inoltre il podologo dello sport segue lo sportivo durante tutta la sua attività, sia in fase di preparazione alla competizione, sia durante se si rendono necessari interventi urgenti, sia dopo, per curare eventuali disturbi che si sono manifestati durante la gara.
Il posturologo
Dalla salute dei piedi dipende la postura: un appoggio scorretto può portare a patologie dolorose a carico della schiena, delle gambe e di tutto il corpo. La posturologia è la scienza che studia la postura degli individui, effettuando test sull’equilibrio, la funzione visiva, le interferenze occlusali, per la valutazione dell’apparato muscolo-scheletrico e, ovviamente, sul ruolo del piede. Uno squilibrio della postura è un disturbo più frequente di quanto si creda, ma all’inizio in genere è asintomatico. Successivamente lo squilibrio posturale può dare l’avvio a patologie estremamente dolorose. Se lo squilibrio è dovuto a un problema podalico, si può intervenire con ortesi e con una rieducazione al corretto movimento del piede.
Disturbi frequenti
Il podologo si occupa di tutti i problemi di salute relativi ai piedi. I più diffusi riguardano ipercheratosi e unghie incarnite. L’ipercheratosi (il cosiddetto callo) è un ispessimento della cute, dovuto in genere allo sfregamento o al contatto continuo con un corpo estraneo.

Pubblicità

Tra le cause che possono portare alla formazione di calli sui piedi, le più comuni sono un appoggio scorretto del piede e l’uso di calzature non adatte (strette, troppo alte o troppo basse). Alcune ipercheratosi sono contraddistinte dalla presenza di un fittone, al centro del callo stesso, che si insinua nel derma, preme sui centri nervosi e provoca dolore. Questo farà sì che il soggetto, nel tentativo di evitare il dolore, appoggerà il piede in modo diverso e quindi scorretto, con conseguenze posturali. Le ipercheratosi si possono eliminare con relativa facilità e, nei casi in cui non siano infiammate, senza dolore. L’unghia incarnita è una malattia che colpisce l’alluce e in genere è molto dolorosa. In realtà non è un problema che riguarda l’unghia, ma la pelle: un taglio errato dell’unghia o l’uso di scarpe troppo strette fanno infiammare la pelle che circonda l’unghia, che a volte arriva anche ad infettarsi. La pelle cresce in modo anormale sopra l’unghia, provocando dolore, gonfiore e a volte anche pus. Nei casi peggiori, colpevolmente trascurati o affrontati in modo inadatto, si rende necessario un intervento chirurgico. Ortesi
Le ortesi podaliche si suddividono in digitali e plantari , per l’infanzia (in genere a scopo correttivo) e per gli adulti (in questo caso si tratta spesso di un impiego permanente). Le ortesi al silicone sono tra gli strumenti più utili per proteggere o correggere le dita del piede. Il silicone è un materiale flessibile che si presta a diversi utilizzi: il tipo liquido viene utilizzato per ortesi sottili e protettive, quello più duro per ortesi correttive. Con questo materiale si interviene su calli, deformità delle dita, alluce che tende al valgismo. Per i problemi relativi alle unghie (unghie incarnite e o calli periungueali), spesso vengono utilizzate sottili molle metalliche che agiscono sulla curvatura dell’unghia stessa.
 

 
 
Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

La podologia è una branca della scienza medica che studia la fisiologia, le patologie e i trattamenti del piede.
Il podologo tratta gli stati algici del piede, le ipercheratosi (callosità), le patologie dell’unghia, le deformazioni e le malformazioni del piede. È abilitato alla pratica della professione in stato di libero professionista o dipendente in strutture pubbliche e/o private.
Valuta l’anatomia del piede e la sua funzionalità (fisiopatologia della postura statica e dinamica). Su indicazione medica cura le verruche plantari, esegue lo screening del piede diabetico e medica le ulcere del piede diabetico.
Inoltre il podologo trova campo di applicazione delle proprie conoscenze in posturologia in quanto il piede è un importante recettore del sistema tonico posturale (STP). Un assetto sbagliato del piede spesso derivante da ipertono-ipotono di catene muscolari crea uno squilibrio del STP che può causare dolori cronici recidivanti. L’applicazione di stimoli propriocettivi che modulano il segnale degli organi recettoriali del muscolo (apparato tendineo del Golgi e fusi neuromuscolari) possono riequilibrare lo squilibrio ed eliminare le tensioni.

http://stores.ebay.it/SUN-ESTETIC-STORE-Beauty-equipment/POLTRONE-PEDICURE-/_i.html?_fsub=2565369017&_sid=1001806087&_trksid=p4634.c0.m322 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...