REDDITOMETRO… COME FUNZIONA

Il Redditometro rappresenta uno strumento messo in campo dal Fisco per effettuare controlli sui contribuenti, con l’obiettivo di individuare gli evasori fiscali. Qualora le spese fossero incongruenti al reddito scatterebbe infatti ilcontrollo fiscale.
Attraverso l’accesso alle banche dati pubbliche, ilRedditometro è in grado di stimare il tenore di vita dei contribuenti, paragonandolo al reddito percepito e più in particolare sono 80 le voci di spesa che il Fisco utilizzerà per valutare la realecapacità di spesa.

A chi si applica il Redditometro

Tale sistema viene applicato esclusivamente alle persone fisiche, ovvero professionisti, commercianti, artigiani, imprenditori individuali, dipendenti e pensionati, mentre non coinvolge alcun tipo di azienda.

Quando parte l’accertamento

In particolare il Fisco interviene se lo scostamento calcolato tra le spese sostenute da un contribuente e la relativa dichiarazione dei redditi è superiore al 20%. In caso di scostamento lieve vengono chieste spiegazioni e si viene convocati per un contraddittorio, mentre se lo scostamento è particolarmente ampio si attivano controlli mirati e accertamenti approfonditi.

Parametri del Redditometro

Tra i parametri valutati dal redditometro, che comunque è ancora in fase di sperimentazione, figurano l’abitazione principale e altre abitazioni, mutui, ristrutturazioni, arredi, bollette di luce e gas, telefonia fissa e mobile, gas, automobili, moto e barche.
Inoltre sono compresi nella valutazione gli investimenti come quelli immobiliari, terreni, azioni, obbligazioni, fondi d’investimento, buoni postali, conti di deposito e altri prodotti finanziari.A questi si aggiungono assicurazioni, spese per la scuola dei figli a qualsiasi livello, spese per le attività sportive e ricreative, abbonamenti TV, giochi on-line evacanze.

Elenco delle voci di spesa del redditometro 2012

Abitazioni
  • abitazione principale
  • altre abitazioni
  • mutui
  • ristrutturazioni
  • intermediazioni immobiliari
  • collaboratori domestici
  • elettrodomestici
  • apparecchiature elettroniche
  • arredi
  • energia elettrica
  • telefonia fissa e mobile
  • gas
Mezzi di trasporto
  • automobili
  • minicar
  • caravan
  • moto
  • natanti ed imbarcazioni
  • aeromobili
  • mezzi di trasporto in leasing o noleggio
Assicurazioni e contributi previdenziali:
  • responsabilità civile
  • incendio e furto
  • vita
  • danni
  • infortuni
  • malattia
  • altro
  • contributi obbligatori
  • contributi volontari
  • previdenza complementare
Istruzione:
  • asili nido
  • scuola per l’infanzia
  • scuola primaria
  • scuola secondaria
  • corsi di lingue straniere
  • soggiorni studio all’estero
  • corsi universitari
  • tutoraggio, corsi di preparazione agli esami
  • scuole di specializzazione
  • master
  • canoni di locazione per studenti universitari
Attività sportive e ricreative:
  • attività sportive
  • circoli culturali
  • circoli ricreativi
  • cavalli
  • abbonamenti pay tv
  • giochi on line
  • abbonamenti eventi sportivi e culturali
  • viaggi organizzati
  • alberghi
  • centri benessere
  • altri servizi per la cura della persona
Altre spese significative:
  • altre spese significative
  • oggetti d’ arte o antiquariato
  • gioielli e preziosi
  • veterinarie
  • donazioni in denaro a favore di Onlus e simili
  • assegni periodici corrisposti al coniuge
  • donazioni effettuate
Investimenti mobiliari e immobiliari:
  • fabbricati
  • terreni
  • natanti ed imbarcazioni
  • autoveicoli
  • motoveicoli
  • caravan
  • minicar
  • aeromobili
  • azioni
  • obbligazioni
  • conferimenti
  • quote di partecipazione
  • fondi d’investimento
  • derivati
  • certificati di deposito
  • pronti contro termine
  • buoni postali fruttiferi
  • conti di deposito vincolati
  • altri prodotti finanziari
  • valuta estera
  • oro
  • numismatica

Software per contribuenti

In buona sostanza una lunga lista di spese e abitudini, tanto che da febbraio in poi i contribuenti potranno utilizzare un software per capire se i redditi dichiarati o che si intende dichiarare sono coerenti con le spese sostenute, prima di essere individuati dai calcoli del redditometro. Il nostro studio di consulenza (www.alteregoconsulting.it) può seguirti e darti la necessaria consulenza per approfondire questa importante novità.
Fonte: Agenzia delle entrate
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...