COME OTTENERE UNA BUONA ABBRIONZATURA AL SOLE

Con l’arrivo dell’estate ci si espone al sole per prendere l’abbronzatura e cancellare, quanto prima possibile, il pallore della pelle dei mesi invernali. E’ però opportuno farlo con saggezza e con i dovuti limiti. Il sole può anche essere un pericoloso nemico della propria salute. L’esposizione costante al sole è salutare entro le due ore. Secondo uno studio pubblicato sul Clinical Journal of the American Society of Nephrology, due ore di sole al giorno riducono il rischio di sviluppare tumori alla prostata, al seno e al colon-retto, grazie alla maggiore produzione della vitamina D dell’organismo, stimolata dai raggi solari. E’ però opportuno saper prendere il sole. Esagerare può causare malattie della pelle, macchie e rughe.

Evitare le ore più calde della giornata

E’ il consiglio più noto. Evitare le ore centrali della giornata in cui i raggi solari sono più forti e quindi più pericolosi per la pelle. Una buona abbronzatura può essere presa nelle prime ore della mattina e nel pomeriggio, evitando le scottature tipiche dei primi giorni d’esposizione. Dalle 12:00 alle 15:00 è consigliabile evitare l’esposizione solare. E’ consigliabile evitare anche le ore immediatamente successive al pasto quando l’organismo è indebolito dalla digestione. Una buona pennichella in casa o all’ombra aiuta l’organismo ad affrontare meglio il pomeriggio al mare.

Evitare l’esposizione prolungata al sole

E’ buona norma evitare una prolungata esposizione al sole per molte ore al giorno. Non giova alla tintarella e provoca soltanto stress e scottature all’epidermide. Cogliete l’occasione per fare qualche pausa al bar o nei locali più vicini. Evitate di mangiare al mare o perlomeno alternate l’esposizione solare con periodi prolungati di pausa sotto l’ombrellone.

Attenzione al sole della città

Il sole della città è spesso filtrato ed alterato dalla presenza dello smog urbano. E’ preferibile evitare una esposizione solare prolungata nei luoghi ad elevata concentrazione di inquinamento atmosferico. I raggi solari potrebbero essere più nocivi a causa del mix di sostanze inquinanti presenti in sospensione nell’aria.

Usare una protezione solare

La crema protettiva va applicata sulla pelle almeno dieci minuti prima di esporsi al sole. La crema deve avere il tempo per penetrare nella cute per avere effetto. La crema protettiva va usata anche nelle giornate con il cielo velato dalle nubi o dalla foschia. I raggi solari oltrepassano sempre le nubi e possono nuocere. Inoltre, in caso di variabilità possono cogliervi impreparati se il tempo volge al meglio.

La dieta per prendere il sole

Lo stress ossidativo è una delle principali cause dell’invecchiamento cellulare. Una esposizione controllata e una adeguata alimentazione possono consentire di ottenere una tintarella invidiabile senza esporsi ai rischi per la salute. La dieta mediterranea è senza dubbio la migliore: molta frutta, pesce, verdura, cereali integrali e verdura. Da evitare invece il consumo dei grassi animali. E’ preferibile condire gli alimenti con dell’olio di oliva.

Bere molta acqua

E’ indispensabile bere molta acqua. L’idratazione della pelle contribuisce a mantenerla sana ed a superare lo stress dell’esposizione solare. In caso di stress e di pelle secca è consigliabile ricorrere anche alle creme idratanti ed emollienti in modo locale.

Mantenere pulita la pelle

La pelle pulita respira meglio ed affronta con maggiore forza lo stress dell’esposizione solare. Il sudore, il caldo umido ed i bagni a mare tendono a creare uno strato di sporcizia sulla pelle che ne ostacola la respirazione. Mantenere pulita la pelle in estate è molto più importante che in inverno. Una doccia superficiale per spazzare via la salsedine e il sudore non è sufficiente a garantire una buona respirazione della pelle. Abbiate cura della vostra pelle almeno quanto ne avete per i vostri capelli. Detergere con attenzione e in modo accurato ogni parte dell’epidermide. Sciacquarsi con un getto d’acqua fresca può favorire il restringimento dei capillari e la successiva vasodilatazione reattiva. Eventualmente, la sera passate un cubetto di ghiaccio per un minuto nelle parti più esposte.

Controllare la pelle dal dermatologo

Il sole può darvi un aspetto affascinante ma anche togliervi la vita. Brutto a dirsi ma è così. Durante l’inverno è consigliabile controllare periodicamente il proprio corpo. Ad esempio davanti a uno specchio dopo una doccia. In caso notiate la presenza di nuovi nei o di macchie, contattate il vostro medico di base per fissare un controllo dermatologico specializzato. La pelle in perfetto stato di salute necessita di controlli anche nei mesi in cui è coperta dagli abiti e non è esposta al sole. Una visita all’anno dal dermatologo per un controllo generale della situazione non costa molto, sia in termini di tempo che di denaro, e consente di prevenire eventuali malattie dell’epidermide sul nascere. E’ consigliabile farlo nei mesi freddi per avere il tempo necessario per effettuare le eventuali cure o i trattamenti di rinforzo delle pelle. 

http://stores.ebay.it/SUN-ESTETIC-STORE-Beauty-equipment/CREME-SOLARI-/_i.html?_fsub=2561410017&_sid=1001806087&_trksid=p4634.c0.m322 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...