Pressoterapia: Cosè la pressoterapia, A cosa serve la pressoterapia, Vantaggi della pressoterapia e linfodrenaggio

 

Pressoterapia:
Cosè la pressoterapia,
A cosa serve la pressoterapia,
Vantaggi della pressoterapia e linfodrenaggio

  Terapia di pressione (Pressoterapia) & Linfodrenaggio

* Si prega di indossare / portare calze e pantaloni confortevoli per il vostro * sessione
Pressoterapia o massaggio linfatico, lavora per migliorare la circolazione, ed è un compliament ad altri trattamenti che aiuta a eliminare le tossine, cellulite, vene varicose e raggiunge il corpo contornatura / dimagrante. Pressoterapia è grande per problemi come la ritenzione idrica e ottenere il perfetto drenaggio linfatico attraverso cui le tossine accumulate e il grasso può essere eliminato. Un abito è indossato corpo in cui viene pompata aria compressa, causando la tuta di espandersi in onde, dalle dita dei piedi verso l’alto, in modo da stimolare la circolazione e il drenaggio linfatico.
Attraverso efficace drenaggio linfatico, pressoterapia aiuta a promuovere il corpo naturali funzioni di compensazione tossina. La rivitalizzazione e l’ossigenazione dei tessuti aiutano a dimagrire e ridefinire le gambe, buttox, stomaco, gambe, braccia e addome. Potrai anche sentire più eccitato.
 
Come può aiutarmi la Pressoterapia
  • Ridurre ed eliminare la cellulite in qualsiasi momento *
  • Perdita di peso **
  • Una sicura alternativa alla liposuzione per dimagrire e disintossicante
  • Modellamento del corpo di tono e definizione
  • Rigidità delle gambe; pesante stanchi e doloranti gambe / piedi
  • Aumentare l’energia e combattere la fatica / Depressione
  • Rilievo di dolore e gonfiore
  • L’insufficienza venosa cronica, Spider Veins
  • Ridefinire le gambe, lo stomaco e armi
  • Aumentare la resistenza e per l’ossigenazione *** Sport Performance
* Deve completare almeno 10 sessioni e migliorare l’alimentazione / idratazione
** Se abbinati ai nostri vari impacchi dimagranti e di calore a raggi infrarossi
*** Usato da pro-atleti per migliorare le prestazioni sportive e il recupero pre-post partita
Perdere fino a un chilo PER UNA SESSIONE
Questo trattamento aiuta a stimolare il ritorno venoso per una più rapida eliminazione delle tossine dalle cellule. In combinazione con il nostro calore a raggi infrarossi, le cellule di grasso letteralmente ridursi. L’ossigenazione aumentato alle cellule aiuta a ridurre il dolore e gonfiore, così come il dimagrimento. Il calore aumenta il rilassamento muscolare e stretching.



Si trovano comodamente su un letto. A seconda del campo di applicazione, tutto il corpo o una zona in questione, abiti specifici vengono messi su di voi: stivali lunghi per le gambe, una cintura larga per addome e fianchi, guanti lunghi per le braccia. La tuta pressoterapia è collegato alla alimentazione dell’aria, attraverso un computer, che controlla una alimentazione di aria compressa al completo. L’aria che circola nel vestito influisce in modo efficace le aree problematiche del corpo, eliminare la cellulite, gonfiore, e stimolando il metabolismo e il flusso di sangue. Questo effetto è ottenuto con una alternanza accuratamente misurati alta e bassa pressione. Presso la nostra clinica, la pressoterapia viene eseguita con un avanzato sistema 3 in 1 massaggio corpo dimagrante stampa garantire una procedura molto efficace. La nostra apparecchiatura opera in vari modi, con il calore a raggi infrarossi che ci permette di selezionare il programma, che risponde in modo efficace le vostre esigenze e obiettivi. Pressoterapia è condotta sotto stretto controllo da un terapeuta esperto per garantire l’assoluta sicurezza e risultati. La durata della procedura è di circa 40 minuti, la terapia pressione è di 30 minuti, più il tempo di rilassarsi dopo. Il ciclo di trattamento prevede 10 a 15 sedute. Le sessioni sono in programma ogni 2 o 3 giorni. Se necessario, il corso viene ripetuto in 5 o 6 mesi. Spesso le persone godersi la spinta di energia e benefici per la salute, e scegliere di continuare a pressoterapia su base mensile per mantenere i risultati.


Annunci

Podologia: Cosè un podologo, cosa fa un podologo, quando fare una visita podologica

Podologia:

Cosè un podologo, 
cosa fa un podologo, 
quando fare una visita  podologica 

Ci prendiamo cura dei nostri piedi, come ci si aspetta per portarci a grandi distanze per tutta la vita, con molto poco in termini di coccole, cura o attenzione. Maggior parte degli adulti stipare i loro piedi in stretti, scomodi, malato-montaggio scarpe di moda per la maggior parte della loro vita lavorativa e che a malapena riescono a dare loro un lavaggio. Cosa c’è di più tendiamo a ignorare “minori” i problemi del piede fino a diventare “gravi” problemi!
Un podologo / podologo o il piede Health Professional può aiutare a migliorare la mobilità e mantenere in forma, i piedi attivi e senza dolore. Si può trattare insensibile, calli, unghie incarnite, verruche e verruche. Essi possono fornire plantari e solette correttive e può anche dare consigli su calzature e cura dei piedi. Se avete un problema con i piedi, il primo passo dovrebbe essere una visita al tuo Chiropodist locale / o Podologo Health Professional piede.

Informazioni per il paziente

Le seguenti informazioni sui problemi comuni del piede e dei reclami è stato progettato per darti un consiglio semplice e non è affatto completo.
Se avete bisogno di ulteriori consigli o trattamento contattare un Chiropodist Salute / podologo o il piede Professional.

Callo

Pelle callo o rigido possono formarsi ovunque sui piedi dove c’è pressione e può essere facilmente formata da malato-montaggio calzature. Le aree comuni sono le sfere del piede e il tallone. Anche se strofinando delicatamente con una pietra pomice o l’utilizzo di un file di piede può aiutare a rimuovere le aree superficiali della pelle dura grandi aree più dolorose devono essere rimosse più approfonditamente da un Chiropodist / Podologo o Professionista della salute del piede, che può anche prescrivere imbottitura, reggiatura o di correzione.

 

Piede d’atleta

Il piede dell’atleta è una infezione fungina che prospera nelle zone umide calde di pelle, come quella tra le dita dei piedi. Queste aree possono diventare prurito, macchie della pelle irritanti. L’area può essere umido e molliccia, ma può anche rompere, fiocco, sanguinare e essere molto doloroso. Il fungo è facilmente trasmesso da persona a persona. Per trattare questo disturbo comune del piede, è necessario fare attenzione a lavare e asciugare i piedi accuratamente almeno una volta o due volte al giorno. Ci sono varie creme, unguenti e polveri disponibili, chiedete al vostro Chiropodist / Podologo, salute del piede professionista, medico o il farmacista per un consiglio. [Scarica scheda]

  

Infezioni fungine delle unghie

Questo è causato dal fungo che provoca piede dell’atleta solo colpisce le unghie. Quasi un terzo delle persone che hanno il piede d’atleta svilupperà la malattia delle unghie dei piedi. Questo è più di un milione di persone in questo paese, in modo da non siete soli, se lo avete. Diventa più comune Più si invecchia e raramente colpisce i bambini. Una visita con il medico e pedicure / o Podologo Health Professional piede è altamente raccomandato come la condizione peggiorare se non trattata. Il medico prescritto compresse, che è la cura più efficace per questa condizione. Il tuo Chiropodist / o Podologo salute del piede Professionale assottigliare l’unghia ispessita di fare uso di calzature più comode e
trattare l’infezione del piede dell’atleta.

 

Calli

Calli sono aree più concentrate di pelle dura, a causa di punti di pressione sul piede anormali e può essere calli duri o morbidi a seconda di dove il piede sono. Non tagliare i calli da soli soprattutto se si è anziani o diabetici e non usare cerotti per calli o vernici che possono bruciare il tessuto sano circostante il grano. Home rimedi, come la lana di agnello legatura attorno alle dita, sono potenzialmente pericolose. Cercare ulteriori consigli e il trattamento. [Scarica scheda]
 

Verruche (verruche)

Verruche sono causate da un virus altamente contagioso che entra nella pelle attraverso piccoli tagli e abrasioni. Sono facilmente trasmesso da persona a persona per camminare a piedi nudi nelle zone comuni come bagni, docce, palestre e piscine. 
Il naturale organismi sistema immunitario può curare il virus, soprattutto nei bambini piccoli, tuttavia se la condizione persiste o diventa trattamento è doloroso può essere necessario. Ci sono vari colori, creme e unguenti sul mercato che sarà, se usato abbastanza a lungo e se i responsabili delle istruzioni sono seguite, curare il virus. Forme più potenti di creme e unguenti può essere prescritto dal medico, professionale Salute podologo / podologo o del piede. La forma più efficace di trattamento è ‘La criochirurgia’ che usa sia il protossido di azoto o azoto liquido per congelare le verruche. Questo trattamento può causare qualche disagio e non è raccomandato per i bambini. Questo trattamento è offerto da alcuni Podologi / Podologi, gli operatori sanitari e medici del piede.
Ci sono altri tipi di trattamenti come il laser e bioguns che alcuni pedicure podologi / o professionisti della salute del piede può essere in grado di offrire.
 

Unghie dei piedi incarnite

Qui il lato del toenail, di solito sul toenail grande, viene incorporato nella pelle come cresce. Questo può essere causato da taglio toenail cattivo, scarpe strette e / o trauma. Il chiodo può piangere o sanguinare ed è facilmente infettato. Così, non appena si verifica un problema, chiedere consiglio al proprio medico, Chiropodist / o Podologo salute del piede Professional. Per evitare di unghie incarnite, taglio dritto attraverso il chiodo e indossare scarpe che danno le dita dei piedi spazio sufficiente.

 

Piedi sani per le persone con diabete

Come un diabetico, è importante che si prende moltissima importanza ai vostri piedi e farli controllare regolarmente dal medico, infermiera diabetica, podologo, podologo o salute del piede Professional. Si prega di utilizzare il link qui sotto per scaricare una guida passo per passo per piedi sani.

Attrezzature per podologia:

Radiofrequenza cosè ? a cosa serve ?




Cos’è la Radiofrequenza Estetica? 
A cosa serve la Radiofrequenza Estetica?
Come la Radiofrequenza Estetica è in grado di rinnovare la pelle? 
Quali sono le parti del corpo trattabili con la Radiofrequenza Estetica
Quali sono i protocolli di lavoro della Radiofrequenza Estetica 

Il trattamento con Radiofrequenza Estetica, che si ottiene mediante l’uso di manipoli passati sulla pelle, è un ottimo sistema per distendere le rughe e rassodare i tessuti.
Il calore controllato e localizzato trasmesso dalla Radiofrequenza Estetica stimola l’attività dei fibroblasti, ossia delle cellule deputate alla sintesi di nuovo collagene, anche quando il rinnovamento cellulare è rallentato a causa dell’età. La pelle trattata appare più compatta tesa e consistente anche dopo il primo trattamento.
A cosa serve la Radiofrequenza Estetica?
Oltre ad un effetto immediato di distensione cutanea, si ottiene, nel tempo, un miglioramento generale di tutta la pelle trattata che avrà così un aspetto più giovane e sano.
Come la Radiofrequenza Estetica è in grado di rinnovare la pelle?
Le sedute di Radiofrequenza Estetica rilasciano calore distendendo i tessuti e stimolando la formazione e la crescita di nuovo collagene. Tutto ciò provoca un apprezzabile aumento della compattezza e della distensione della pelle.
Quali sono le parti del corpo trattabili con la Radiofrequenza Estetica
Viso e decoltè, corpo, mani.

Trattamenti viso
– Effetto lifting su viso, collo e decolté
– Pelle del viso più compatta tesa e consistente
– Distensione rughe perioculari e nasolabiali
– Effetti immediati su rilassamenti palpebrali e zampe di gallina

Trattamenti Corpo
– Tonificazione generale delle zone trattate
– Rassodamento addome, glutei, zona interna braccia e cosce
– Schiarimento smagliature
– Perfetto complemento a trattamenti snellenti e dimagranti

Trattamenti Mani
– Contro l’assottigliamento delle pelle delle mani
– Rassodamento della cute

Quali sono i protocolli di lavoro della Radiofrequenza Estetica
Di seguito riportiamo i protocolli standard, ma solo tu, dopo un nostro corso di formazione e grazie alla tua esperienza, potrai valutare in base alla zona da trattare, in base all’età e alla problematica estetica della tua cliente, il protocollo più opportuno.

Trattamenti Viso/Corpo/Mani
– 2 cicli da 8/12 applicazioni all’anno così suddivisi:
– 1 applicazione a sett. le prime due/tre settimane
– 1 applicazioni ogni 10/15 gg. le settimane successive
– 30/40 minuti per applicazione

Immagini prima e dopo
Il trattamento con la Radiofrequenza Estetica è doloroso?
Assolutamente no. La cliente proverà una piacevole sensazione di calore sulla pelle trattata.
Quanto tempo deve passare per il ritorno alle normali attività dopo il trattamento con la Radiofrequenza Estetica
La tua cliente potrà, immediatamente dopo il trattamento, tornare alle sue normali attività.
La Radiofrequenza Estetica deve essere usata con delle creme speciali ?
Assolutamente no. Tutto ciò che occorre è un normale gel, possibilmente incolore ed inodore, per espletare un’azione rinfrescante e per migliorare e facilitare la conduzione del calore.
Una cliente che si è da poco sottoposta a trattamenti invasivi con sieri antirughe (filler) può effettuare cicli di Radiofrequenza Estetica?
Sarebbe preferibile aspettare almeno tre mesi in quanto il calore trasmesso dalla Radiofrequenza Estetica potrebbe far durare meno l’effetto del filler.
E’ possibile effettuare una sola seduta di Radiofrequenza Estetica ed avere dei risulati apprezzabili?
Sì. Può essere tranquillamente usata su viso e decoltè, ad esempio come preparazione make-up per un evento speciale, per donare un immediato effetto lifting per una durata di 3/5 giorni. Ma solo l’applicazione dei protocolli potrà grarantire effetti duraturi nel tempo.
Chi può sottoporsi alla Radiofrequenza Estetica?
In generale, i migliori candidati sono:

– pazienti in buono stato di salute fra i 18 ed i 65 anni
– pazienti con moderata lassità cutanea e rughe medio superficiali del viso
– pazienti con lassità importante e rughe profonde del viso che non desiderano sottoporsi ad un intervento chirurgico
– pazienti che desiderano migliorare l’aspetto del proprio viso ridefinendone il contorno e distendendo i lineamenti
– pazienti con lassità cutanea a livello dell’addome
– pazienti con lassità cutanea dell’interno delle braccia e coscia

Chi NON può sottoporsi alla Radiofrequenza Estetica?
In generale, i pazienti con gravissime patologie:

– pazienti con pelle seriamente sensibile e patologie dermatologiche
– pazienti con pace-makers o patologie cardiache

Cavitazione e Radiofrequenza Estetica possono lavorare insieme?
Assolutamente sì. Sono anzi consigliati trattamenti di Radiofrequenza, per il recupero di tensione ed elasticità della pelle nelle zone trattate con la Cavitazione.
Luce Pulsata per Fotoringiovanimento e Radiofrequenza Estetica danno gli stessi risultati sul trattamento viso?
No. Mentre la Luce Pulsata permette una ricompattazione della pelle agendo su pori dilatati, macchie e capillari, la Radiofrequenza Estetica agisce a livello di rughe e lassità cutanea.

Estetica cosa non fare per combattere la crisi

 
Come scavarsi la fossa

 
Una vera ecatombe incombe sull’estetica e sulle estetiste che cercano di sopravvivere in tempi di crisi…
E’ un fenomeno che sta letteralmente distruggendo il settore dei servizi e, in particolar modo, il settore dell’Estetica Professionale. 
Hai indovinato di cosa parlo?

Mi riferisco ai gruppi di acquisto, quei siti internet che PROMETTONO A ESERCENTI E PROFESSIONISTI come te di riempire negozi e locali di clienti, SVENDENDO AI CLIENTI, attraverso internet e via e-mail, servizi fortemente sottocosto, con sconti che in molti casi sfiorano il 90%!

Ciò che rende questo fenomeno letteralmente DISTRUTTIVO è il processo che innesca nella testa delle persone: un processo che fa si che queste siano perennemente alla ricerca di FORTI SCONTI, al punto da vanificare la (falsa) promessa che ti è stata fatta, cioè quella di trovare nuovi clienti per il tuo Istituto.


Cavitazione Estetica sotto costo: ma l'Estetista ci guadagna o ci perde?
Cavitazione Estetica sotto costo: ma l’Estetista ci guadagna o ci perde?


Perché vedi, ciò che accade in realtà è che, offerte come questa, di 15 trattamenti vari a 99 euro, fanno si che le persone aderiscano in massa a queste promozioni, PAGANDO in anticipo il servizio che poi verranno a fare da te.

Tu vedrai quindi entrare nuove facce nel tuo Istituto, ma se speri che qualcuna di queste diventi tua cliente, fai un grosso errore. Infatti si è facilmente e rapidamente creato un fenomeno per cui, le persone che vengono a contatto con questo nuovo sistema su internet, sono perennemente alla ricerca di servizi super-scontati o super-sotto-costo, per cui NESSUNA di queste diventa, in realtà, tua CLIENTE.
Il risultato: tu lavorerai sempre più spesso a tariffe che rappresentano un vero insulto per la tua professionalità (non dirmi che la tua professionalità vale solo 99 ÷ 5=6,6 euro a trattamento, che sia cavitazione, pressoterapia o radiofrequenza!), anche perchè le tue concorrenti finiranno per fare altrettanto…
In brevissimo tempo, questo fenomeno di massificazione di servizi ad alto contenuto professionale, sta distruggendo il mercato dell’estetica, dal momento che ben difficilmente le estetiste possono sopravvivere (non ho scritto vivere, ma sopravvivere) con incassi così irrisori.
Ma ci sono altri aspetti da considerare. A parte il totale svilimento della tua professionalità, questo fenomeno attira la peggiore tipologia possibile di persone (non ho scritto CLIENTI): quelle persone unicamente interessate al prezzo più basso in assoluto e quindi impossibili da fidelizzare, perchè perennemente alla ricerca dell’affare, invece che della qualità, della professionalità e, soprattutto, del risultato.
Ripeto il concetto: questo sistema, che ti promette di trovare nuovi clienti peril tuo Istituto e che molte tue colleghe considerano tra le strategie anti crisi, nella realtà è un boomerang, capace solo di attirare la peggior tipologia di contatti che tu vorresti mai avere, con il risultato di:
moltiplicare le tue ore di tempo lavorato;
guadagnare sempre meno per ora lavorata e, quindi, per giornata lavorativa;
erodere totalmente la tua clientela acquisita, dato che dovrai trovare spazio in agenda per le persone che hanno già pagato il servizio che vengono a chiederti e quindi finirai per trascurare proprio i tuoi VERI CLIENTI, quelli FIDELIZZATI, PAGANTI;
spingerti letteralmente fuori dal mercato, perchè con livelli così bassi di incasso, non avrai il margine per poterti permettere l’acquisto, ma nemmeno il noleggio, ad esempio, di apparecchiature estetiche per effettuare i trattamenti più richiesti, e nel medio-lungo periodo arriverai addirittura a non poter nemmeno coprire i costi fissi del tuo lavoro, come ad esempio l’affitto del locale (se non è di tua proprietà), gli stipendi per il personale lavorante ecc…
Vedi, magari questo post ti sembra eccessivamente allarmistico, purtroppo però parla di una REALTA’ ASSODATA già da tempo, soprattutto nelle grandi città come Milano, Roma, Torino, ecc, dove maggiore è la concorrenza fra le estetiste.
Testuali parole di Giulia, una tua collega di Roma (per motivi di privacy non indico il nome dell’Istituto): “… perché le persone vanno su questi siti tutti i giorni e appena ci sono le offerte le acquistano subito, poi non diventano tuoi clienti, non riesci a fidelizzarli perché quando hanno finito i trattamenti a 9 euro da te comprano altri pacchetti sempre in offerta e vanno da altri e così via. Ci stiamo scavando la fossa con le nostre mani…”.
Dopo parole del genere non credo serva aggiungere altro.
Ti consiglio di fare le tue valutazioni in merito a questo fenomeno, che se può essere utile a riempire le camere di un albergo, in alta stagione, invendute per le più varie ragioni, aiutando così il gestore a coprire almeno una parte dei suoi costi fissi, di certo non ha la stessa valenza per te che, invece, basi il tuo guadagno unicamente sul valore del tuo tempo! Se riduci il valore del tuo tempo, ti condanni inesorabilmente a soccombere.
Rifletti quindi bene su quanto hai letto qui e, soprattutto, aiutami a diffondere a tutte le tue colleghe, con ogni mezzo, questo allarme, prima che sia troppo tardi per tutte voi.
Mentre ti scrivo questo messaggio, sono letteralmente divorato dal male al collo: ma mai e poi mai aderirò alle offerte di massaggi rilassanti a 9-12 euro che ho ricevuto ultimamente nella mia casella di posta:

Massaggio sotto costo: ma l'Estetista ci guadagna o ci perde?
Massaggio sotto costo: Estetista quanto è il tuo guadagno orario?

Perchè non voglio svilire il lavoro di un bravo professionista e, soprattutto, desidero che mi risolvano veramente il problema e quindi mi rivolgerò ad un professionista che, in cambio di un equo e giusto compenso, si dedichi realmente ad aiutarmi a stare meglio, e non semplicemente ad adempiere al suo dovere di massaggiarmi “alla veloce” solo perchè io ho già pagato il massaggio all’azienda che ha contrattato con lui un prezzo da fame (intascandosi almeno la metà del prezzo, senza in sostanza aver fatto nulla, né per me, ne per lui)!

Lettini da massaggio guida all’acquisto

 Lettini massaggio professionali 

come fare la scelta giusta 

Il lettino da  massaggio non fà la buona riuscita di un massaggio ma voi. Il lettini per massaggi é solamente il supporto della persona massaggiata. Per chi massaggia per lunghi periodi (45min), é meglio disporre di un buon lettino per massaggio , ne troppo duro o troppo molle, troppo basso o troppo alto. Questo per la vostra comoditá e della persona che è massaggiata.

Chi usa un lettini massaggio pieghevole raramente o per uso familiare, l lettini per massaggi standard sono sufficienti ed un prezzo basso. Chi invece utilizzare il lettino per massaggio a fine professionale, scegliete piuttosto i lettini per massaggi con tiranti e con una imbottitura almeno 4 cm di spessore e un rivestimento di PU (Poliuretano). Il PU assicurerá una migliore resistenza nel tempo (senza screpolature) ed una sensazione piú soffice al contatto del corpo. In tutti i casi prendete un lettino ad altezza regolabile per prendere cura della vostra schiena.

L’importanza della certificazione nei lettini da massaggio

Perchè quando si acquista un prodotto del genere è nostro dovere assicurarci dell’esistenza della certificazione e della marcatura CE: a tutela nostra e a garanzia dei nostri pazienti.
l simbolo CE indica che il prodotto che lo porta è conforme ai requisiti essenziali previsti da Direttive in materia di sicurezza, sanità pubblica, tutela del consumatore, ecc. Non fa eccezione il lettino da massaggio. Se i prodotti risultano privi della marcatura CE, la sanzione a carico dei produttori, importatori e/o commercianti ed installatori potrà essere il ritiro dal commercio e il divieto di utilizzazione.

Sun Estetic Store è in grado di propori svariati modelli di lettini da massaggio, poltrone lettino, poltrone podologiche, sgabelli, carrelli ecc. per ogni vostra esigenza, visita il nostro store online sicuramente troverai il modello con le caratteristiche più adatto a vostro studio estetico, medico, fisioterapico o podologico.

Dove acquistare :

 Per info preventivi o chiarimenti non esitate a contattarci

Contatti Sun Estetic Store:
via Clerici 13
20032 Cormano (MI)
Tel. 0266305391 – 3487092335
Mail sunesteticstore@gmail.com

Decreto 110/2011: Confestetica fa appello al Consiglio di Stato alla ricerca di giustizia

“In data 10 dicembre il TAR del Lazio ha depositato la sentenza n. 10269/2012, il cui testo si rimette per esteso, con cui ha rigettato il ricorso proposto da Confestetica, rubricato sub n. 8214/2011 RG, nei riguardi del famoso decreto interministeriale 110/2011.
Il TAR, che in un primo momento, vale a dire in occasione dell’udienza cautelare, sembrava avere condiviso le eccezioni sollevate dalla scrivente Associazione, ha poi cambiato il proprio orientamento, rigettando integralmente il ricorso con motivazioni, tuttavia, palesemente inconsistenti.
A questa sentenza si è giunti dopo il rinvio di giugno scorso, resosi necessario per la sostituzione del consigliere precedentemente inserito nel collegio giudicante, vale a dire il dottor Mario Alberto Di Nezza che, come già comunicato in precedenza, era stato oggetto di ricorso per ricusazione in quanto lo stesso aveva svolto la funzione di Capo di gabinetto del Ministero della Salute proprio durante il periodo in cui era stato adottato il provvedimento impugnato.
Orbene, in questo contesto, il TAR Lazio ha depositato la sentenza che ora si va a commentare, lasciando diverse zone d’ombra però nel percorso motivazionale che ha condotto al provvedimento in esame.
La Corte laziale non ha in primis condiviso l’eccezione di incompetenza in capo ai Ministeri ad emettere il provvedimento impugnato, motivandola nel senso di ritenere fondata la legittimazione delle amministrazioni centrali in virtù del disposto dell’art. 10 della legge 1/1990. Secondo il Giudice Amministrativo investito della questione, infatti, il regolamento in questione poteva essere adottato solo ed esclusivamente dai Ministeri a garanzia dell’uniformità della materia in tutta Italia.
A sostegno del proprio ragionamento, il TAR riporta anche delle pronunce della Corte Costituzionale che, tuttavia, non possono considerarsi calzanti. Vero è infatti che la facoltà di istituire nuove professioni è competenza dello Stato che, determina i principi generali con una propria legge quadro.
Trattandosi però di materia di legislazione concorrente, ai sensi del nuovo art. 117 Cost., i regolamenti (come il decreto in esame), sono di competenza esclusiva delle Regioni. Del resto, il TAR Lazio ha omesso di considerare, nella propria sentenza, il caso emblematico della regione Toscana che il collegio difensivo di Confestetica aveva opportunamente citato nel proprio ricorso.
La predetta regione, infatti, con una propria legge regionale ed un successivo regolamento, ha definito ogni questione riguardante la materia dell’estetica, arrivando addirittura a disapplicare nel proprio territorio la legge 1/1990!!! A ben vedere, la decisione sul punto del TAR sembra ancorata ad una Costituzione ante riforma del 2001, allorquando le competenze dello Stato e delle Regioni sono variate in virtù della legge costituzionale n. 3/2001.
Ancora più deprecabili sono le considerazioni del TAR con riferimento al merito del decreto che Confestetica aveva censurato, soprattutto con riguardo alla contraddittorietà e mancata prova circa la pericolosità dei macchinari che avevano determinato l’esclusione dall’elenco delle attrezzature utilizzabili dall’estetista di alcuni apparecchi ovvero il depotenziamento di altri.
Parimenti, appaiono deboli le osservazioni circa la violazione della normativa comunitaria eccepita dalla scrivente Associazione nel ricorso che ovviamente la Corte non ha condiviso.
Da evidenziare, poi, che in entrambi i casi, il ragionamento del TAR è stato preceduto da inutili digressioni circa la mancata contestazione, da parte di Confestetica, di due aspetti che non potevano essere oggetto di contestazione, come l’invio della bozza di decreto in esame alle competenti autorità Comunitarie, previsto dalla legge, e la concertazione con le associazioni (diverse da Confestetica) e i produttori di macchinari della stessa minuta del regolamento.
Appare lecito domandarsi per quale ragione, allora, il TAR Lazio non ha censurato o evidenziato l’assordante silenzio delle Amministrazioni resistenti che, di fatto, non hanno mai preso posizione su aspetti tanto rilevanti quanto emblematici del ricorso proposto e non hanno nemmeno presenziato, per il tramite dell’Avvocatura di Stato, all’ultima udienza tenutasi in data 25 ottobre 2012!!!
Il Tar del Lazio, però, ha ancora una volta omesso di prendere in considerazione aspetti importanti della fattispecie puntualmente evidenziati da Confestetica nel proprio ricorso, come ad esempio la contraddittorietà evidente del decreto 110/2011 nella misura in cui, ad esempio, vieta all’estetista di utilizzare macchinari che, però, sono presenti in commercio e venduti indiscriminatamente al pubblico, come il Philips Lumia. Questo macchinario, in virtù dello spettro di luce che copre, sarebbe “fuori legge” per l’estetista ma acquistabile (giacché non pericoloso) da chiunque!!!
E’ assurdo che questo apparecchio diventi all’imporvviso pericoloso solamente però in mano all’estetista!!! Ecco, di fronte a questo che è uno degli esempi più evidenti della contraddittorietà del decreto impugnato, il TAR ha avuto l’ardire di affermare che non vi sono nel decreto 110/2011 “ASPETTI DI MACROSCOPICA IRRAGIONEVOLEZZA”!!!
Ebbene, di fronte ad una pronuncia così resa non si può rimanere che allibiti in quanto il TAR del Lazio ha IRRAGIONEVOLMENTE trascurato aspetti fondamentali ovvero interpretato nella maniera più incomprensibile le norme costituzionali e legislative oggi (non nel 1990!!!) vigenti.
Confestetica, pertanto, non può rimanere inerte di fronte a questo che, a tutti gli effetti, appare un diniego di giustizia!!!
Con lo studio che sino ad ora ci ha seguito, pertanto, stiamo già predisponendo un atto di appello per impugnare la sentenza del TAR Lazio innanzi al Consi
glio di Stato, confidando che nel secondo grado di giudizio sia fatta giustizia non solo nell’interesse dell’Associazione ma di tutta quanta la categoria”.

senzenza decreto estetista

Cera depilatoria depilazione epilazione

 
 

Moltissime donne usano la ceretta per liberarsi dei peli superflui. Se ancora non la conosci… ecco tutte le informazioni che ti servono :)
Ceretta a caldo
La ceretta a caldo, composto denso a base di resine, viene fatta sciogliere a bagno-maria ad una temperatura di circa 40 gradi perchè diventi fluida e quindi spalmata sulla zona da depilare in direzione del pelo; dopo il raffreddamento la cera prende una consistenza gommosa e viene strappata con apposite strisce in direzione opposta alla crescita del pelo.

Ceretta a freddo
In questo caso le strisce sono già pronte, semisolide, e si riscaldano con le mani, finchè la cera si trasforma in una consistenza applicabile sulla pelle. Anche in questo caso la striscia viene strappata in direzione opposta rispetto alla peluria.

Pregi
Dato che viene asportato il bulbo del pelo, la zona depilata rimane tale per un tempo abbastanza lungo. Oltretutto con il tempo la ricrescita del pelo si indebolisce e i peli incarniti con questa tecnica sono abbastanza rari.
 
 

Depilazione: come fare la ceretta

Per quanto riguarda la depilazione con la ceretta tutti sanno che in circolazione esistono due tipologie di cerette: quella solida e quella liquida. La ceretta solida non penetra direttamente nei pori della pelle e quindi risulta meno doloroso, mentre quella liquida aderisce perfettamente ed è, pertanto, indicata per parti delicate come le gambe.
E’ possibile fare la ceretta da sole, senza rivolgersi ad un’estetista, sebbene per le parti più delicate, come viso, bikini e ascelle, è sempre bene affidarsi a un professionista.
Per fare la ceretta da sole dovete innanzitutto procurarvi degli strumenti professionali da acquistare in negozi specializzate. Per le meno esperte si consiglia di utilizzare il rullo elettrico che scalda la ceretta e ne distribuisce la giusta quantità sulla parte da trattare; in alternativa potete acquistare il porta barattolo da riscaldare su un fornello.
Dopo aver riscaldato e steso la ceretta a verso del pelo, basta poggiare le strisce depilatorie e passare su di esse la mano con un certo vigore in modo da far aderire bene la striscia alla cera; A questo punto è sufficiente impugnare il bordo della striscia e tirare energicamente contropelo.
Per ottenere una ceretta perfetta da sole è indispensabile spalmare la giusta quantità di cera sulla parte da trattare e strappare con forza la striscia senza lasciare residui.

dove acquistare :