La pressoterapia è un indiscutibile caposaldo delle apparecchiature per estetica

La pressoterapia è un indiscutibile caposaldo delle apparecchiature per estetica 
Sapere che cosa è, cosa fa e come si applica questa tecnica all’avanguardia, supportata dai più solidi fondamenti scientifici.
Metodo terapeutico utilizzato nella terapia fisica, medicina estetica, estetica e Angiologia, per il drenaggio e la riduzione delle venosa ed edema linfatico, la PRESSOTERAPIA indubbiamente scrivere la storia a favore della bellezza e della salute in lettere maiuscole.In effetti, si tratta di una tecnologia solida utilizzata da diverse discipline scientifiche radici mediche, oltre ai centri di bellezza, che cerca non solo il corpo fisico perfetto, ma tratta anche varie malattie come sindromi varicose o disturbi circolatori periferici, per esempio.

Trattamento digitopressione viene effettuata ad estremità corporee introducendo stivali o maniche, con una doppia parete che forma una camera gonfiabile, in cui con l’aiuto di un compressore, la pressione aria viene soffiata correttamente dosato. Il gonfiore si ottiene centrípetro senso sempre (da distale a prossimale).
 
Ma qual è allora lo scopo di tutto questo processo
 

Lo scopo della digitopressione è quello di migliorare alcune delle imperfezioni e dei problemi che interessano un gran numero di casi negli uomini e nelle donne. Basa Pressoterapia sua azione nel raggiungimento di compressione esterna che dà luogo al passaggio di fluido interstiziale nei capillari e vasi linfatici, favorendo riassorbimento dell’edema. Allo stesso tempo, massaggio facilita lo scorrimento venoso hustling fisiologica e flusso linfatico, attivando così la circolazione di ritorno. Con tutto questo ha per il trattamento di cellulite, adiposità, la circolazione, ecc. Nelle pagine seguenti troverete avanzata pressoterapia soluzione impiantistica offerta a molte di queste alterazioni di mettere i nostri clienti vogliono soluzioni, senza dimenticare che questa tecnica viene utilizzata anche per integrare dopo alcuni interventi chirurgici e / o medicina estetica.
Tutto il corpo può beneficiare di digitopressione Sì, perché la digitopressione può trattare tutto il corpo, in particolare addome, gambe e braccia, risolvendo la conservazione a disagio e come al solito, disturbi circolatori e varicose, edema, cellulite, ecc. Oltre a fornire una piacevole sensazione di relax e benessere.
Pressoterapia apparecchiature Oggi sono progettati per soddisfare il maggior numero possibile di richieste. E così, per lo più includere varie patch preset e / o la possibilità di personalizzare decine di programmi per ogni esigenza. Tutto in modo efficace in base alla pressione e ha lavorato con i vestiti / scarpe / maniche e massaggi.
Diversi modi e mezzi Ma in questa prima descrizione generale di digitopressione hanno fatto, troviamo molti modi e mezzi diversi. Oggi, il mercato bellezza estetica, offre a ciascuno dei dispositivi in ​​questo mercato un completo sviluppo tecnico in modo da sapere al 100% quello che si può offrire ai produttori di apparecchiature e digitopressione. Non solo, ovviamente, per quanto riguarda i dati tecnici, importanti in termini di dimensioni, peso, ecc, ma anche in relazione ai suoi programmi, accessori, benefici e risultati. Una volta che la scheda di ogni dispositivo può concludere che le caratteristiche sono distinas, ma comune, in termini di obiettivi, e che ogni digitopressione mira, in primo luogo, per offrire il meglio bellezza professionale.
La digitopressione cerca il corpo perfetto che sognate da un professionista per il vostro cliente o cliente. Oltre alle vene varicose, edema, o linfatica cellulite, la terapia a pressione, per esempio, è un grande alleato nel pre e post-liposuzione, pre e post-partum, anti-stress, le gambe stanche, menopausa, gonfiore localizzato.

 
Annunci

Radiofrequenza Monopolare, Cosa fa, Quando è consigliata, Quali risultati si possono ottenere




Radiofrequenza Monopolare 

Cosa fa,

Quando è consigliata,

Quali risultati si possono ottenere

La radiofrequenza, utilizzata in passato per coagulare verruche e capillari, è un trattamento di medicina estetica e di estetica specializzata che sfrutta il principio della cessione di calore, per il trattamento del rilassamento cutaneo (lassità della pelle), delle rughe e dell’ acne in fase attiva.
La metodologia non è invasiva, rimodella e ristruttura i tessuti in profondità ed è estremamente efficace nei trattamenti: anti-age, cellulite, adiposità localizzata e atonia.
Abbinata con tecnologie come luce pulsata, campi magnetici e bagni di calore, fa ottenere risultati fin ora impensabili.
COME E DOVE NASCE:
La Radio Frequenza è una tecnica di ringiovanimento non ablativo nata alcuni anni fa negli Stati Uniti ed affermata anche in Italia dal 2004 (inizialmente era utilizzata nella riabilitazione post traumatica , sopratutto in quella sportiva).
In estetica è stata utilizzata per contrastare il rilassamento cutaneo, per il ringiovanimento del viso e per contrastare le rughe. Successivamente, tale metodica, è stata estesa anche ad altri distretti cutanei con notevole successo.
RADIOFREQUENZA MONOPOLARE
Una delle più promettenti tecniche utilizzate dalla Medicina Estetica nel ringiovanimento cutaneo non ablativo
La radiofrequenza di tipo Monopolare è uno strumento in grado di garantire il ringiovanimento cutaneo e combattere la lassità tessutale di volto e decoltè, e di altri distretti corporei quali addome, glutei, cosce e la porzione tricipitale dell’arto superiore.
A differenza dei laser tradizionali, che danno un ringiovanimento cutaneo di tipo ablativo agendo sull’epidermide, la radiofrequenza monopolare esplica la sua azione in maniera non ablativa, modificando alcune strutture del derma e dell’ipoderma.
radiofrequenzaLa scelta di utilizzare una sorgente di radiofrequenza monopolare anziché bipolare o tri-quadri-polare nasce dal fatto che tale strumento garantisce una maggior efficacia. Questa convinzione nasce dall’osservazione di rilievi termografici condotti in vivo su animali, i quali hanno dimostrato che la radiofrequenza monopolare penetra nel derma a tutto spessore e, percorrendo i setti fibrosi dell’ipoderma, giunge fino alla fascia muscolare superficiale, mentre la radiofrequenza bipolare rimane più in superficie
Le radiazioni non ionizzanti (energia elettromagnetica), comprese in campi di radiofrequenza tra 1 MHZ e 10 GHz, attraversando i tessuti incontrano una resistenza che le converte in energia termica. Tale energia termica che si sviluppa segue un gradiente termico inverso, ed e’ tanto maggiore quanto più si scende in profondità negli strati del derma. Inoltre nei tessuti che mostrano una maggiore impedenza alla conduttività, es. quello adiposo, si genera più calore con conseguente maggior effetto termico. In particolare si passa dai 35°C dell’epidermide ai 55° – 60°C del derma; è proprio questo effetto termico che viene sfruttato dalla radiofrequenza per indurre l’auspicato effetto tensorio visibile fin dal primo trattamento e il conseguente ringiovanimento cutaneo.
L’insulto termico che la radiofrequenza esercita
(1) nel derma superficiale e profondo
denatura il collagene; ciò si traduce in un suo riarrangiamento stechiometrico per rottura dei legami intramolecolari.
La molecola di collagene denaturato e’ più corta e più spessa e questo fenomeno determina un aumento della consistenza del derma e un marcato effetto tensiorio rilevabile all’esame obiettivo sia ispettivamente che palpatoriamente (definito dagli autori americani come skin shrinking o tightening).
(2) sui fibroblasti
induce un incremento proteo-sintetico in particolare la produzione di collagene tipo I (collagene fisiologico), dimostrabile all’esame istologico.
La denaturazione del collagene (1) e’ un fenomeno piuttosto precoce; l’effetto lifting, la riduzione della lassità tessutale e l’aumento della densita’ dermica sono visibili fin dal primo trattamento.
L’incremento secretorio (2) si esplica invece in tempi più lunghi, infatti si deve valutare l’effetto a sei mesi delle sedute di radiofrequenza: ringiovanimento progressivo della pelle.
Considerazioni:
il sistema a Radiofrequenza Monopolare opera la sua azione in maniera non ablativa, modificando alcune strutture del derma a diverse profondità e attraversa il derma e l’ipoderma.
La differenza sostanziale tra la Radiofrequenza Monopolare e Bipolare è che la radiofrequenza Monopolare garantisce una maggior efficacia perché penetra nel derma a tutto spessore e, percorrendo i setti fibrosi dell’ipoderma, giunge fino alla fascia muscolare superficiale, la Radiofrequenza Bipolare invece, rimanendo più in superficie non raggiunge, con una temperatura clinicamente efficace, gli strati profondi del derma e i setti fibrosi.
Quindi l’effetto tensore (Tightening) si ottiene più efficacemente con la Monopolare.
Di seguito riportiamo alcuni esempi di trattamento dove è possibile notare come cambia la pelle già dopo una singola applicazione.

Soggetto con pelle “Matura”
Zona collo:   

          Prima                                                  Dopo

zonacollo