Depilazione laser

 

Depilazione laser

Vuoi risolvere una volta per tutte l’inestetico problema dei peli superflui?
Attualmente il sistema più efficace per un risultato definitivo si avvale della tecnologia laser. Tale strumento, assolutamente indolore, usato ormai in molti settori della medicina, ha trovato oggi un’altra applicazione: la depilazione.
In cosa consiste la depilazione con il laser
Effettuata con diversi tipi di laser (Q-Switched Nd, Alessandrite, Ruby, Neodimio-yag, Dye), consiste in un fascio di luce che ha come bersaglio la melanina e penetrando nella cute si trasforma in energia termica che elimina completamente la radice del pelo colpendo il pigmento del follicolo pilifero e inducendo una graduale atrofia dello stesso.
Indicazioni
La laserepilazione è indicata prevalentemente per i peli scuri (ricchi di melanina) in qualunque parte del corpo ad eccezione delle sopracciglia (per evitare il pericoloso contatto del laser con gli occhi).
Il trattamento è abbastanza costoso, ma con questo trattamento i risultati sono garantiti nel 99% dei casi e la ricrescita è pressoché nulla.
Ricordiamo inoltre che questi tipi di laser sono di utilizzo esclusivamente medico.
Durata
Occorrono diverse sedute a seconda del soggetto da trattare (in genere 3-4 il primo anno, 2-3 il secondo ed 1 il terzo) e si possono trattare anche vaste aree.
Problemi della depilazione con il laser
Poiché il laser agisce emettendo alte potenze per tempi infinitesimi, ha il vantaggio di essere molto efficace per la depilazione senza presentare particolari controindicazioni a parte quella di non esporsi al sole per almeno una settimana. In caso di arrossamenti è consigliabile una crema cortisonica. Nei casi più gravi si consiglia di consultare un dermatologo.

I laser hanno segnato una importante svolta nel trattamento degli inestetismi della pelle che sono fondamentalmente di due tipi: i laser a CO2 e quelli ad Erbium che permettono entrambi di eliminare gli strati della pelle danneggiati, spianare le rughe e le cicatrici, eliminare le macchie cutanee.
Prima del trattamento è necessario preparare la pelle con apposite creme; il giorno prima del trattamento, allo scopo di prevenire possibili infezioni, si devono assumere delle pastiglie antiherpes e degli antibiotici.
Recentemente la crescente domanda di trattamenti “soft”, che permettano il trattamento dei classici inestetismi del viso, come le macchie, le rughe, la perdita di elasticità, le cicatrici da acne  e gli altri segni d’invecchiamento, trova una risposta adeguata nella nuova metodica, il laser CO2 frazionato (o frazionale), che garantisce ottimi risultati con un rapido ritorno al lavoro o alla vita sociale.

Il laser CO2 frazionale rispetto ad altri laser ablativi come il CO2 e l’Erbium, consente di eseguire trattamenti molto più sicuri, con rischi minori e con tempi di guarigione estremamente rapidi.

Laser CO2 frazionale
Il meccanismo d’azione del laser CO2 frazionato prevede che solo una porzione di cute venga colpita dal raggio di luce, mentre la maggior parte dell’epidermide rimane inalterata; da queste isole di cute sana parte un processo di rigenerazione che permette una guarigione molto rapida, tipicamente della durata di 3-4 giorni. In profondità, a livello dermico, il laser provoca un riarrangiamento delle fibre collagene ed un’attivazione dei fibroblasti, cioè delle cellule deputate alla formazione di nuovo collagene, acido ialuronico ed elastina. L’apparecchio è dotato di un dispositivo che rende il raggio intermittente, permettendo di vaporizzare solo lo strato superficiale della pelle, profondo appena 75 millesimi di millimetro, in un tempo pressoché istantaneo, meno cioè di 100 microsecondi.

Il laser interviene su:
. rughe sottili, periorali e perioculari
. esiti di acne
. macchie di vario tipo
. melasma
. cicatrici
. invecchiamento cutaneo
Il trattamento può essere tranquillamente eseguito in ambulatorio e non richiede alcuna anestesia, fatto salvo l’uso di creme anestetiche da applicare qualche minuto prima del trattamento.
Nel periodo postoperatorio si assiste ad un arrossamento che può anche essere molto marcato, della durata di circa 24 ore. In questo lasso di tempo è già iniziata la riepitelizzazione a partire dalle zone di cute non colpite dal raggio luminoso.
Il trattamento può essere ripetuto dopo 40-60 giorni, per migliorare il risultato. Si consiglia, però, di evitare i mesi estivi e quindi l’esposizione solare.

Laser a CO2
Agisce vaporizzando i tessuti; è ideale nei casi di pelle molto rovinata e poco elastica. Infatti non solo elimina gli strati più superficiali ma è anche in grado di determinare una importante contrazione delle fibre collagene ed elastiche presenti nel derma e rendere perciò la pelle molto più tonica (“effetto lifting“). E’ stato dimostrato che un solo trattamento stimola per anni una abbondantissima produzione di collagene. Un altro vantaggio del laser è dato dalla sicurezza che le zone che vengono trattate vengono “livellate” sempre dello spessore desiderato, nulla è lasciato al caso. Di contro il periodo post-operatorio è abbastanza impegnativo e l’arrossamento che ne consegue permane a lungo (circa 3 mesi).

Laser Erbium
È molto più delicato del CO2; funziona causando delle microespolsioni (fotoablazione) delle cellule superficiali della pelle ed a differenza del CO2 non surriscalda gli strati più profondi del derma. Ciò determina un periodo postoperatorio molto più rapido, un arrossamento più limitato nel tempo ma anche un risultato lievemente inferiore; è perciò indicato soprattutto per rinfrescare il volto ed eliminare le rughe più superficiali. A guarigione ultimata l’aspetto della pelle è decisamente modificato: cute nuova, fresca, rosata, delicata e vellutata; le rughe molto attenuate, spesso scomparse, la tessitura della pelle è morbida e la consistenza decisamente aumentata. Se siete intenzionate a sottoporvi a resurfacig mediante laser, calcolate 5/7 giorni di lontananza dalle vostre attività (sarete troppo arrossate per uscire) e solo dal 5° giorno sarà possibile applicare il make-up.

Se le rughe da eliminare sono localizzate è sufficiente l’anestesia locale (durata circa 20/40minuti) se va trattato tutto il volto si preferisce ricorrere ad una sedazione profonda (40 minuti di intervento in day hospital).
Nei trattamenti anticellulite viene normalmente impiegato il laser a elio-neon; un tipo di raggio di color rosso-arancione e meno potente di quello utilizzato in chirurgia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...